fbpx

FAQ

Che cos’è l’Home Staging?

L’Home Staging è l’arte di preparare immobili da vendere o da locare.
E’ una precisa strategia di marketing immobiliare utile per ampliare il bacino di persone interessate agli immobili, facendo leva sulla componente emozionale dell’acquisto. L’obiettivo finale dell’Home Staging è quello di vendere o affittare nel minor tempo e al miglior prezzo.

Cosa si intende esattamente per allestimento?

Si intende l’esecuzione di tutti i lavori che trasformeranno l’immobile in una casa vendibile al miglior prezzo attraverso specifiche fasi:

  • pulizia generale;
  • ventuale tinteggiatura per rinfrescare le pareti;
  • piccole riparazioni;
  • nelle case abitate particolare attenzione all’ordine ed al togliere tutte le tracce personali degli abitanti (in gergo decluttering);
  • negli immobili non abitati e arredati: liberazione da arredi ed oggetti vecchi rovinati e/o superflui, ricollocazione adeguata degli arredi presenti, eventuale loro rivalutazione e rinnovo, utilizzo di arredi e complementi idonei;
  • negli immobili vuoti l’home stager utilizza arredi e complementi di sua proprietà, o noleggiati presso i propri fornitori, per la messa in scena: mobili, accessori, tessuti, quadri e suppellettili; elementi che soddisfino le aspettative del potenziale cliente, con regole esatte che solo un vero professionista conosce ed applica nel modo adeguato.

Chi paga il servizio di home staging?

Le opzioni possono essere molteplici. A volte paga interamente il proprietario, altre interamente l’agenzia… generalmente è pagato da chi ne sa trarre i vantaggi in termini di costi e benefici.

Quanto costa un intervento di Home Staging?

In realtà è parzialmente corretto ragionare in termini di “costi” perché l’home staging è un vero e proprio investimento. Il suo valore dipende da molteplici fattori: la dimensione dell’immobile, la presenza o meno di abitanti, il target di riferimento da raggiungere con l’allestimento. Nella pratica c’è spesso una proporzione tra il valore dell’home staging ed il valore dell’immobile, una forbice tra l’1% ed il 2% che può arrivare anche al 3% per immobili che hanno valori di mercato molto bassi.